Cos’è la fatica precauzionale e come puoi combatterla? – LifeSavvy


Una donna che si toglie una maschera per respirare profondamente.
Mariia Yakovenko / Shutterstock

Questa quarantena a lungo termine potrebbe farti sentire stanco in più di un modo. Tuttavia, la fatica della cautela è molto reale. È anche particolarmente pericoloso.

Il cervello umano è collegato principalmente per far fronte a minacce a breve termine, come la presenza di un predatore o una tempesta. Tuttavia, una minaccia invisibile, come un virus, ci costringe a mesi di comportamento cauto, che è in contrasto con ogni risposta alla minaccia che conosciamo.

Molte persone si stancano di stare così attenti per così tanto tempo, anche se non ne sono consapevoli. Tuttavia, puoi combattere la fatica come precauzione.

Cos’è la fatica precauzionale?

Di fronte a una minaccia, le nostre menti e corpi attivano la risposta allo stress nota come lotta o fuga. Abbiamo sviluppato questa risposta perché ci ha aiutato a rimanere in vita di fronte al pericolo. Ci prepara a combattere o correre per le nostre vite.

Nel nostro mondo moderno, le cose che non sono in realtà pericolose per la vita possono innescare questa risposta. Potresti averlo sentito durante un’intervista o una discussione grandiosa. Altre situazioni, come un lavoro ad alta pressione, possono mantenere attiva la risposta allo stress per lunghi periodi di tempo. Questo si chiama stress cronico.

Negli ultimi mesi, la prolungata minaccia di COVID-19 ha spinto quasi tutti agli estremi dello stress cronico. E gli effetti dello stress cronico con COVID-19 ora hanno il loro nome: attenzione, affaticamento.

Il termine “affaticamento precauzionale” è stato coniato da Jacqueline Gollan, professore di psichiatria e scienze comportamentali. Gollan ha osservato che lo stress a lungo termine correlato a COVID non ha solo logorato le persone nel solito modo dello stress cronico. Ha anche eroso la nostra motivazione per mantenere la distanza sociale e proteggerci.

Quando ci sentiamo tristi, spaventati, ansiosi o soli, spesso non siamo così bravi a prendere decisioni. Queste emozioni possono offuscare il nostro giudizio e ridurre la nostra attenzione nel prendere precauzioni. E con una pandemia in corso, la maggior parte di noi prova più di quei sentimenti negativi del normale, il che aiuta a prevenire l’affaticamento.

Potresti non aver consapevolmente deciso di prendere decisioni più rischiose. Tuttavia, quando si verifica affaticamento precauzionale, è molto più facile pensare: “Che cos’è una piccola festa dopo tutto?” o “Forse non ho bisogno di una maschera solo per questa volta.”

Nel tempo, questi pensieri ti condurranno a una routine di pratiche non sicure. Oppure, puoi rinunciare e vivere la tua vita come una volta, indipendentemente dai rischi.

Come affrontare in modo sicuro l’affaticamento

Puoi prendere misure precauzionali contro la fatica, anche se non riesci a liberarti completamente dallo stress correlato a COVID. Ecco alcuni modi per ridurre il tuo potere sul processo decisionale.

Partecipa ad attività che aumentano l’energia

Una donna che fa yoga.
Olena Yakobchuk / Shutterstock

Qualsiasi attività sicura che aumenta la tua energia emotiva e fisica durante la quarantena è utile. Questi saranno diversi per tutti.

Forse 10 minuti di yoga o una lunga conversazione telefonica con un amico ti faranno sentire pieno di energia.

Qualunque cosa sia, prendi regolarmente il tuo programma in quanto contribuirà a contrastare lo stress e la fatica.

Investi nella tua salute

Lo stress cronico colpisce il tuo corpo e la tua mente. Sarai in una posizione migliore per gestire la fatica con cautela se il tuo corpo è sano.

Le basi del sonno regolare, molta acqua, cibo sano ed esercizio fisico regolare sono tutto ciò di cui hai bisogno. Non devi adottare una dieta moderna o un intenso esercizio fisico, ma mantenere una base di sane abitudini renderà meno stressante la fatica precauzionale.

Trova il tempo per la gratitudine

Investire nella gratitudine può rendere meno dolorosi gli effetti a lungo termine dello stress. Ad esempio, un diario di gratitudine può aiutare a ridurre i sentimenti di infelicità. Non eliminerà completamente lo stress, ma aiuterà.

Mantieni una routine

Gran parte del nostro stress e la conseguente affaticamento precauzionale sono dovuti ai modi drammatici in cui la pandemia ha interrotto le nostre routine. La creazione di una nuova routine durante questo periodo può rendere le cose più normali, in modo da poterti concentrare sulla sicurezza.

La tua nuova routine può includere una regolare ora di andare a letto, un programma settimanale di pasti, un allenamento mattutino o qualunque cosa funzioni per te. Non programmare troppo te stesso, ma cerca di inventare una semplice routine che puoi facilmente seguire.

Fai una pausa dai media

Rimanere informati è importante, ma seguire costantemente le notizie di COVID-19 può effettivamente renderti insensibile alla minaccia e aumentare ulteriormente il tuo livello di stress.

Valuta di ridurre il consumo di file multimediali se è stato elevato. Cerca di aggiornarti sulle notizie in batch. Prenditi un po ‘di tempo ogni giorno per recuperare i titoli dei giornali, ma poi trascorri qualche ora (o un’intera giornata) lontano dalle notizie.

Sii realistico riguardo ai rischi e ai benefici

I premi a breve termine di qualcosa come un viaggio senza maschera al negozio possono essere allettanti. Tuttavia, se ci pensate davvero, il rischio per COVID-19 supera di gran lunga la ricompensa a breve termine di sentirsi brevemente normale.

Se riscontri problemi nel valutare accuratamente i rischi e i benefici, prova a scriverli. Traccia una linea nel mezzo di un foglio di carta, quindi annota i potenziali rischi da una parte e le potenziali ricompense dall’altra. Questo ti aiuterà a vedere se la festa in casa, la gita in spiaggia o l’allenamento in palestra valgono davvero la pena.

Certo, non dimenticare, non sei l’unico a rischio, c’è anche il rischio di infettare gli altri. I premi sono anche sociali. Salvare potenzialmente vite umane mantenendo la distanza sociale è sicuramente una ricompensa.

Lavora per ridurre al minimo i rischi

Quando ogni attività che svolgiamo presenta un rischio intrinseco e alcune sono più rischiose di altre, non dimenticare che puoi anche ridurre al minimo il rischio di alcune cose.

Ad esempio, puoi ridurre il rischio di una gita in spiaggia andando da solo in una spiaggia isolata e mantenendo la distanza sociale.

Ancora una volta, scrivere le cose a volte può darti un’idea più chiara di ciò che è sicuro e cosa non lo è. Se hai un piano scritto per ridurre al minimo i rischi, ciò ti aiuterà anche a rispettarlo.

Consultare un medico

La maggior parte delle persone rischia di avvertire affaticamento precauzionale a un certo livello. Tuttavia, se ti senti estremamente depresso, affaticato, ansioso o colpito, consulta il medico.

Lui o lei potrebbe essere in grado di raccomandare opzioni di trattamento che aiutano. La terapia virtuale e altri trattamenti sono disponibili anche durante la quarantena.


La fatica precauzionale è del tutto normale, ma può diventare più dannosa se non la conosci! Sapere semplicemente che esiste può aiutarti a prendere decisioni migliori. Grazie a questi suggerimenti, sarai ben preparato a gestirne gli effetti e rimanere al sicuro.