Il rapporto trimestrale di Apple infrange le aspettative



Ieri sera, Apple ha riportato i risultati del terzo trimestre dell’esercizio finanziario: il periodo da aprile a giugno. E nonostante la pandemia in corso, Apple ha sfidato le aspettative degli analisti e ha fatto più soldi del previsto, con entrate e utili superiori allo stesso periodo dell’anno scorso.

Le vendite nel periodo sono state pari a $ 59,7 miliardi, rispetto a $ 53,8 miliardi nel corrispondente trimestre del 2019. In altre parole, un aumento dell’11% su base annua.

L’utile al netto delle imposte è stato di $ 11,25 miliardi, il 12% in più rispetto ai $ 10,04 miliardi dichiarati dalla società per il periodo corrispondente nel 2019.

Come sempre, l’attenzione maggiore è stata concentrata sul reparto iPhone fondamentale di Apple. Le vendite qui ammontano a $ 26,42 miliardi, leggermente al di sopra dei $ 25,99 miliardi registrati un anno fa. Ma i numeri sono aumentati in tutti i segmenti segnalati.

I servizi di Apple hanno registrato ricavi per $ 13,16 miliardi, mentre il Mac ha rappresentato $ 7,08 miliardi e l’iPad per $ 6,58 miliardi. I restanti $ 6,45 miliardi provengono dall’ampio segmento “indossabili, casa e accessori”, che comprende Apple Watch, HomePod, AirPods e altri accessori.

Forse la più grande novità della serata, tuttavia, è stata la sorprendente ammissione del CFO Luca Maestri che l’iPhone 12 sarebbe stato ritardato.

Questo articolo è originariamente apparso su Macworld Svezia. Traduzione di David Price.