iOS 13.5, versione iPad 13.5 con tracciamento COVID-19


Ieri sera, Apple ha rilasciato le versioni pubbliche finali di iOS 13.5 e iPadOS 13.5, dopo un lungo periodo di beta test.

Come discusso nella nostra versione di anteprima di iOS 13.5, l’aggiornamento include numerosi miglioramenti per Face ID e FaceTime, oltre al supporto per le app di tracciamento dei contatti COVID-19 da parte delle autorità sanitarie. Ciò si aggiunge alla solita raccolta di bug e correzioni di sicurezza.

Note sulla versione di IOS 13.5

Chiunque abbia un iPhone 6s o successivo può installare gratuitamente iOS 13.5; Allo stesso modo, chiunque abbia un iPad Air 2 o iPad mini 4 o successivo può ottenere iPadOS 13.5. Qui ti mostriamo come aggiornare iOS su un iPhone e come aggiornare iPadOS su un iPad.

Questi sono i punti salienti dell’aggiornamento, secondo la documentazione allegata:

A proposito di questo aggiornamento

iOS 13.5 accelera l’accesso al campo passcode sui dispositivi Face ID quando indossi una maschera facciale e introduce l’API di notifica dell’esposizione per supportare le app di monitoraggio dei contatti COVID-19 delle autorità sanitarie pubbliche. Questo aggiornamento introduce anche un’opzione per controllare la prominenza automatica dei riquadri video nelle chiamate di gruppo FaceTime e include correzioni di bug e altri miglioramenti.

Face ID e codice di accesso

  • Procedura di sblocco semplificata per i dispositivi Face ID quando si indossa una maschera facciale
  • Il campo della password viene automaticamente visualizzato dopo aver fatto scorrere verso l’alto dalla parte inferiore della schermata di blocco quando si indossa una maschera
  • Funziona anche durante l’autenticazione con App Store, Apple Books, Apple Pay, iTunes e altre app che supportano l’accesso Face ID

Notifica di esposizione

  • API di notifica dell’esposizione per supportare le applicazioni di tracciamento dei contatti COVID-19 delle autorità sanitarie pubbliche

FaceTime

  • Opzione per controllare la prominenza automatica nelle chiamate FaceTime di gruppo in modo che i riquadri video non vengano ridimensionati quando un partecipante parla

Questo articolo è originariamente apparso su MacWorld Svezia. Traduzione di David Price.