13 in MacBook Pro (2020) recensione: un arrivo per festeggiare


Dopo aver aggiornato il MacBook Air nel marzo 2020, era solo questione di tempo prima che Apple aggiornasse il MacBook Pro da 13 pollici: quel laptop Mac sembrava decisamente non amato con metà spazio di archiviazione, RAM più lenta e processori di due generazioni precedenti. rispetto al MacBook Air 2020. In effetti, poco più di un mese dopo, Apple ha aggiornato il MacBook Pro da 13 pollici con il doppio dello spazio di archiviazione e, soprattutto, una nuova tastiera, il che significa che tutti i laptop Apple ora hanno la Magic Keyboard invece della tastiera con il meccanismo a farfalla che ha causato vergogna ad Apple e frustrazione per gli utenti Mac.

La sorpresa è stata che mentre i due MacBook Pro di fascia media hanno ottenuto di serie nuovi processori quad-core 2.0GHz di decima generazione e 16 GB di RAM di serie, i due MacBook Pro entry-level (quelli che competono più da vicino con il MacBook Air) non ha visto alcun cambiamento oltre alla memoria e alla tastiera, come menzionato. Ciò significa che £ 1.299 / $ 1.299 / AU $ 1.999 e £ 1.499 / $ 1.499 / AU $ 2.299 non sono davvero cambiati abbastanza da giustificare il loro prezzo rispetto al MacBook Air, che in realtà ha abbassato il suo prezzo di partenza.

Possiamo solo indovinare i motivi di Apple per non aver aggiornato il processore su modelli entry-level. Ne abbiamo discusso in modo più dettagliato nel nostro confronto tra MacBook Pro e MacBook Air, ma c’è solo un motivo per scegliere il MacBook Pro da £ 1.299 di Air e questo è se hai bisogno di fare più attività ad alta intensità grafica poiché Air sembra avere difficoltà con tutto ciò che mette troppa pressione sul processore (ne parleremo di più qui). Tuttavia, suggeriamo che se hai bisogno di una macchina in grado di lavorare sodo, i modelli MacBook Pro di fascia media, a partire da £ 1,799 / $ 1,799 / AU $ 2,999, sarebbero più appropriati. Stiamo cercando questo modello £ / $ 1,799 per questa recensione.

Design

MacBook Pro 13 pollici

Puoi vedere se un MacBook Pro da 13 pollici è uno di questi modelli quad-core 2.0GHz di decima generazione, piuttosto che un MacBook Pro 1.4GHz di ottava generazione, guardando lateralmente. Il MacBook Pro entry-level ha solo due porte Thunderbolt, mentre il modello 2.0GHz ne ha quattro (due su un lato, due sull’altro). Non c’è altra differenza visiva tra la linea da 13 pollici.

Tutti i portatili MacBook Pro da 13 pollici ora hanno una barra touch (e lo sono da luglio 2019). Tuttavia, questa volta c’è un cambiamento: il tasto Esc è ora un tasto fisico separato dalla barra di tocco. Discuteremo la Touch Bar più in profondità di seguito.

C’è anche una piccola differenza quasi impercettibile tra questa generazione e la generazione precedente che supponiamo sia il risultato del nuovo layout di tastiera (ne parleremo più avanti). Il MacBook Pro 2020 13in è più spesso e più pesante di quanto non fosse:

2020 13 in MacBook Pro

  • 30,41 cm (11,97 pollici) x 21,24 cm (8,3 pollici) x 1,56 cm (0,61 pollici), 1,4 kg (3,1 libbre)

201913in MacBook Pro

  • 30,41 cm (11,97 pollici) x 21,24 cm (8,3 pollici) x 1,49 cm (0,59 pollici), 1,37 kg (3,02 libbre)

Potresti essere deluso dal fatto che non ci sia stato un cambiamento più significativo nella progettazione del MacBook Pro. In vista del lancio del nuovo MacBook Pro da 13 pollici c’erano voci secondo cui Apple avrebbe ridotto le cornici attorno allo schermo per incorporare un 14 pollici. Questo non è successo. Ancora. (Se hai voglia di aspettare fino a leggere, leggi il nostro articolo sulle voci MacBook Pro da 14 pollici qui.)

Altri elementi di design includono una selezione di finiture di colore: grigio spazio e argento. (Se vuoi un laptop Apple Gold, è limitato al MacBook Air.)

Tastiera e touch bar

Il più grande cambiamento fisico è, ovviamente, la tastiera. La saga della tastiera a farfalla è in esecuzione dal 2016 quando, nel tentativo di snellire il MacBook, Apple ha progettato una tastiera più sottile che utilizzava un meccanismo a “farfalla” invece del tradizionale meccanismo a “forbice”. Sfortunatamente, questo design non è stato molto buono, molte persone non hanno apprezzato l’esperienza di digitazione perché non c’erano molti viaggi chiave, ma il problema più grande era che la polvere poteva rimanere intrappolata sotto i tasti e l’unico modo per rimuovere era sostituire completamente tastiera. Il problema era così pervasivo che Apple ha avviato uno schema gratuito di sostituzione della tastiera (dopo diversi casi giudiziari ben pubblicizzati). Ne discuteremo in dettaglio in questo articolo.

La buona notizia è che questa tastiera è comoda da digitare quanto la tastiera magica che usiamo normalmente con il nostro Mac, e dovrebbe essere come se Apple avesse praticamente portato il design della tastiera magica sui propri laptop Mac. Ora è proprio come la tastiera sul Mac. MacBook Air e MacBook Pro da 16 pollici. Abbiamo scoperto che i tasti sono abbastanza appiccicosi senza essere fastidiosamente rumorosi, la digitazione è comoda e non devi premere la tastiera in modo da non stancarti le dita.

Tastiera MacBook Pro da 13 pollici

Sopra la tastiera è presente la barra touch, una striscia sensibile al tocco che presenta varie scorciatoie e controlli. È una funzione esclusiva di MacBook Pro (nessun produttore di PC ha una funzione equivalente).

Sfortunatamente, nella migliore delle ipotesi, la Touch Bar è un hack con alcune funzioni utili come il testo automatico, nel peggiore dei casi si frappone tra te e cosa vuoi fare. Ad esempio, se si desidera aumentare il volume, è necessario toccare l’icona di controllo del volume e quindi spostare il dito verso sinistra per toccare il pulsante di aumento del volume. Siamo abituati a premere un tasto F alcune volte. Oltre alla frustrazione, non dobbiamo necessariamente guardare la tastiera per trovare i tasti di controllo del volume, ma dobbiamo sempre guardare la tastiera per usare la barra touch.

Questo è il nostro più grande problema con la touch bar: per usarlo devi guardarlo. I dattilografi touch tendono a guardare più allo schermo che alle nostre tastiere, quindi suggerimenti utili e controlli di correzione automatica ci sono utili. Ma la tua esperienza potrebbe essere diversa: se hai beneficiato di una serie di scorciatoie progettate per una particolare applicazione, questo sarà prezioso. Certamente non permetteremmo alla Touch Bar di rimandare MacBook Pro.

Come il MacBook Air, il MacBook Pro ha un Touch ID integrato nel pulsante di accensione. È una funzione utile che significa che non dovrai continuare a digitare le password.

Sotto il sito della tastiera, il Touch Pad. Questo non è cambiato in questa generazione. È un touchpad di dimensioni decenti che produce feedback tattili per varie macchine da stampa e puoi utilizzare movimenti e gesti simili a iPhone per spostarti sullo schermo. Offre alcune fantastiche funzionalità come la possibilità di premere con forza un’icona sul desktop per vedere un’anteprima. Tuttavia, a volte troviamo che lo prendiamo senza il polso e facciamo muovere il cursore, il che è frustrante.

C’è un altro modo per controllare il cursore e ottenere funzionalità aggiuntive che vogliamo menzionare qui perché fino ad ora non siamo stati in grado di usarlo (il nostro solito Mac era troppo vecchio per supportarlo). Sidecar è una funzionalità di macOS Catalina che consente di utilizzare un iPad compatibile come secondo schermo o come tavoletta grafica. Tutto quello che devi fare è accedere allo stesso account iCloud su entrambi i dispositivi e puoi duplicare i tuoi schermi o usare iPad come estensione del tuo schermo. Questo è il più vicino possibile a un touchscreen sul Mac. (Abbiamo un tutorial sull’uso di Sidecar qui).

Tenere sotto controllo

Lo schermo del MacBook Pro non è cambiato, è ancora uno schermo decente da 2560 x 1600 pixel (che si trova tra Full HD e 4K). Non sorprende affatto che Apple non abbia migliorato il display: ci aspetteremmo di vedere prima i miglioramenti del display per il modello da 16 pollici e il nuovo display da 16 pollici non è ancora 4K.

La risoluzione dello schermo è la stessa di quella dell’Air, ma qui ci sono un paio di differenze che differenziano l’Air e il Pro. Solo il Pro offre 500 nit di luminosità e colore ampio (P3), caratteristiche che saranno un vantaggio per il designer, fotografi e utenti creativi. I colori erano brillanti e vividi nelle nostre foto, il testo era nitido, quando abbiamo visto il video, il contrasto tra neri profondi e bianchi luminosi ha davvero acquistato i dettagli.

True Tone è un’altra funzionalità che andrà a beneficio di designer e creativi, ma è anche un vantaggio per qualsiasi utente Mac. True Tone misura la luce ambientale e regola la temperatura e la luminosità del colore per rendere i colori vividi e naturali e il lo schermo è comodo da guardare. L’abbiamo provato seduto in giardino in una giornata di sole e abbiamo potuto usare il portatile, guardare foto e video e scrivere questa recensione senza cercare di vedere cosa c’era sullo schermo. Funziona bene anche in una stanza buia, che aiuterà a prevenire l’affaticamento degli occhi.

Garden MacBook Pro

Webcam e audio

Siamo delusi nel segnalare che la webcam MacBook Pro ha ancora solo 720p. Ci siamo anche lamentati di questo nella nostra recensione di MacBook Air del 2020. Forse è solo perché tutti facciamo molto affidamento sulla videoconferenza in questo momento, ma la scarsa qualità della webcam per Mac è diventata fonte di imbarazzo e vorremmo davvero che Apple prendesse nota e migliorasse le webcam sui suoi Mac. IPhones e iPad offrono da qualche tempo fotocamere frontali Full HD 1080p, è tempo che il Mac riesca a recuperare.

L’audio merita una menzione, anche se non ci sono cambiamenti nel modello che abbiamo esaminato. L’importante è che l’audio in questo MacBook Pro di fascia media sia superiore a quello dei modelli entry-level. Questo modello offre un suono stereo e bassi eccellenti grazie ai suoi tweeter e woofer dedicati (privi del modello più economico).

Se desideri le ultime novità in fatto di musica per MacBook, ti ​​consigliamo di provare il MacBook Pro da 16 pollici con un sistema audio hi-fi a sei altoparlanti e i woofer brevettati Apple con cancellazione della forza: è di un’altra categoria.

Specifiche e prestazioni

Gran parte di ciò che abbiamo discusso finora è disponibile su tutti i laptop MacBook Pro da 13 pollici. Ma mentre questi quattro Mac da 13 pollici sembrano identici ma non sono gli stessi, ci sono alcune grandi differenze all’interno.

Processore

La differenza più evidente è che i MacBook di fascia media hanno processori i5 quad-core 2.0 GHz di decima generazione, mentre i modelli entry-level hanno chip quad-core 1.4GHz di ottava generazione. Quei chip da 1,4 GHz non sono cambiati rispetto alla generazione precedente, ma i processori da 2,0 GHz sostituiscono i processori da 2,4 GHz di ottava generazione. Potresti pensare che 2.0 suoni peggio di 2.4, il che sarebbe abbastanza giusto, ma ci aspetteremmo alcuni miglioramenti delle prestazioni e altri benefici da un chip di nuova generazione, e Apple afferma che i nuovi processori da 2,0 GHz sono fino a 2,8 volte più veloci a confronto con il modello precedente.

Possiamo confermare che le nuove prestazioni del processore MacBook Pro sono migliori della generazione precedente. Abbiamo eseguito il benchmark multipiattaforma Geekbench 5 sul MacBook Pro da 2,0 GHz e sul MacBook Pro da 2,4 GHz della generazione precedente. Il MacBook Air 2020 a 1,1 GHz è lasciato alle spalle. L’output multicore era il seguente:

Tuttavia, possiamo confermare che il processore di questo Mac è leggermente peggiore dell’i7 quad-core i7 di ottava generazione da 2,7 GHz, che era un’opzione su misura per il MacBook Pro 13in 2018. In tal caso, abbiamo i risultati di Geekbench 4 come mostrato nel grafico sopra.

Ciò suggerisce che se è possibile scegliere l’opzione di produzione su misura del processore i7 per MacBook Pro 2020 (£ 200 / $ 200 / AU $ 300 in più), è probabile che si ottengano benefici significativi. I processori I7 offrono Hyper-Threading, che in termini semplici significa che tutti e quattro i processori possono agire come otto processori.

RAM

Un’altra differenza chiave tra i due tipi di MacBook Pro da 13 pollici è la quantità di RAM. I modelli entry-level hanno ancora 8 GB, ma i modelli da 2,0 GHz hanno 16 GB di RAM di serie e puoi aggiungere 32 GB come opzione di build su richiesta. Riteniamo che 16 GB di RAM siano il minimo necessario per una macchina professionale.

Non solo la quantità di RAM è diversa: la RAM nel modello a 2,0 GHz è più veloce. La RAM entry level è LPDDR3 a 2133 MHz, mentre l’alternativa è RAM LPDDR4X a 3733 MHz. Anche il MacBook Air ha la RAM LPDDR4X 3733MHz più veloce, rendendo il MacBook Pro entry-level un po ‘malandato in questo senso.

Conservazione

Apple ha raddoppiato lo spazio di archiviazione su tutti i MacBook Pro, quindi ora i modelli di base offrono 256 GB e 512 GB e i modelli di fascia media offrono 512 GB e 1 TB. La macchina che stiamo testando è di 512 GB. Abbiamo testato la velocità di lettura e scrittura dell’SSD utilizzando AJA System Test utilizzando l’impostazione ROSSO 5K e una dimensione del file di test di 4 GB.

Qui confrontiamo l’SSD da 512 GB con l’SSD da 256 GB sul MacBook Air 2020 in quanto puoi vedere che i risultati sono abbastanza diversi. Abbiamo anche incluso l’opzione di generazione personalizzata 2018, che batte il nuovo modello.

Grafica

Tutti i 13 pollici di MacBook Pro hanno una grafica integrata anziché discreta. La grafica integrata condivide la memoria con la CPU, mentre le schede grafiche discrete hanno la propria memoria. Se sei un utente medio di applicazioni come Mail, Safari, Foto e Apple Arcade, la grafica integrata sarà adeguata. Ma se stai probabilmente utilizzando giochi o app ad alta intensità grafica, trarrai vantaggio da una grafica discreta e potresti voler guardare il MacBook Pro da 16 pollici o iMac in alternativa.

Detto questo, la grafica Intel Iris Plus sui modelli a 2,0 GHz offre miglioramenti rispetto alla generazione precedente. Apple afferma che queste nuove grafiche Intel Iris Plus offrono prestazioni fino all’80% più veloci rispetto alla grafica Intel Iris Plus 655 che hanno sostituito (il MacBook Pro entry-level ha ancora la grafica Intel Iris Plus 645).

Abbiamo eseguito Cinebench R20 per testare la grafica:

La cosa davvero interessante qui è che mentre la grafica in onda è la stessa di quella del Pro, il punteggio non lo era. Questa non è davvero una sorpresa: le prestazioni dipenderanno dalla CPU in cui è integrata; la velocità di clock e la cache L3 avranno un impatto. Anche la RAM avrà un effetto.

Abbiamo anche eseguito un altro test relativo alla grafica: la simulazione del gioco Unigine Heaven (fare clic sulla tabella sopra per vedere i risultati). Qui possiamo dimostrare che la nuova grafica è migliore della vecchia grafica con un punteggio più alto e un FPS massimo più elevato.

batteria

La batteria non è cambiata rispetto alla generazione precedente e, secondo i test Apple, dovresti aspettarti circa 10 ore di riproduzione video.

Il nostro test di durata della batteria ha comportato l’esecuzione di un video in superficie e abbiamo visto 9 ore e 42 minuti di durata della batteria. Lo stesso test è durato 9 ore e 19 minuti sul MacBook Air 2020 e più di 12 ore sul MacBook Pro da 16 pollici.

Il miglior risultato che abbiamo visto è di 13 ore 7 minuti su MacBook Air 2019.

Software

Tutti i Mac sono dotati dell’ultima versione di macOS (attualmente Catalina). Con macOS sono incluse varie app, come FaceTime, Messaggi, Trova il mio, Posta, Musica, Note, Libri, iMovie, Pagine, Numeri, Keynote e GarageBand, Foto, Safari e l’app TV.

C’è anche iCloud, che oltre a mantenere sincronizzati tutti i tuoi dati su tutti i tuoi dispositivi Apple, ti offre fino a 2 TB di spazio cloud (a pagamento), quindi non devi preoccuparti di non avere abbastanza spazio sul tuo SDD e puoi sempre accedi a ciò di cui hai bisogno ovunque tu sia.

Vale anche la pena notare che Apple Arcade può abbonarsi per £ 4,99 / $ 4,99 / AU $ 7,99 al mese e giocare con oltre 100 giochi gratuiti. E solo acquistando un nuovo prodotto Apple avrai anche un abbonamento gratuito ad Apple TV + per anni. Questi sono tutti buoni motivi per acquistare un Mac.

Prezzo

Quindi il MacBook Pro recensito £ 1.799 / $ 1.799 / AU $ 2.999 vale la pena? Certo, è un prezzo elevato da pagare per ottenere un processore Intel di decima generazione, ma il divario tra i due tipi di MacBook Pro da 13 pollici è più grande che mai, forse giustificando il salto di £ 300 / $ 300 tra Modelli da 512 GB.

Ecco il prezzo di tutta la linea:

  • Quad-Core da 1,4 GHz con Turbo Boost fino a 3,9 GHz, 256 GB di spazio di archiviazione, £ 1.299 / $ 1.299 / UA $ 1.999
  • Quad-Core da 1,4 GHz con Turbo Boost fino a 3,9 GHz, 512 GB di spazio di archiviazione, £ 1.499 / $ 1.499 / UA $ 2.299
  • Quad-Core da 2,0 GHz con Turbo Boost fino a 3,8 GHz, 512 GB di spazio di archiviazione, £ 1,799 / $ 1,799 / AU $ 2,999
  • Quad-core 2,0 GHz con Turbo Boost fino a 3,8 GHz, 1 TB di memoria, £ 1.999 / $ 1.999 / UA $ 3.299

Verdetto

Potrebbero essere tutti chiamati MacBook Pro, ma i sei laptop “pro” di Apple non potrebbero essere più diversi. Quello che abbiamo recensito qui è perfettamente nel mezzo di una vasta gamma o di Mac, che insieme al MacBook Air soddisferanno le esigenze di un folto gruppo di persone, dagli utenti domestici, agli impiegati, ai creativi e a coloro che hanno bisogno del potere di Una stazione di lavoro.

Ma che dire del MacBook Pro 2020 2.0GHz recensito qui? È meraviglioso vedere 16 GB di RAM e i nostri test suggeriscono che la grafica è migliorata rispetto alla generazione precedente, proprio come il processore standard. Se hai bisogno di un nuovo MacBook Pro, consiglierei sicuramente questo modello rispetto al MacBook Pro da 13 pollici entry-level che è ancora caricato con processori di ottava generazione.

È un prezzo elevato da pagare, ma il MacBook Pro 2020 sarebbe un ottimo investimento. Se £ 1.799 sono troppi per te, ti consigliamo di attendere che Apple raggiunga per aggiornare correttamente i modelli entry-level o cerchi invece il MacBook Air.

Hai un MacBook, Pro o Air? Scopri i migliori accessori per MacBooks.