Comprensione della profondità di campo per i principianti


Profondità di campo per principianti

Potresti aver sentito il termine profondità di campo (DoF), ma se sei nuovo nella fotografia, potresti non sfruttare ancora il modo in cui DoF può migliorare le tue foto.

Una definizione di base della profondità di campo è: l’area di nitidezza accettabile all’interno di una foto che apparirà a fuoco. In ogni immagine c’è una certa area dell’immagine davanti e dietro il soggetto che apparirà a fuoco.

Comprendi la profondità di campo in fotografia.

Questa area può variare da una foto all’altra. Alcune immagini possono avere aree di messa a fuoco molto piccole, chiamate profondità di campo.

Ecco una serie di immagini con una profondità di campo molto ridotta.

Altri possono avere un’area di messa a fuoco molto ampia chiamata profondità di campo.

Ecco una raccolta di immagini con profondità di campo molto più profonde.

I tre principali fattori che influenzeranno il modo in cui controlli la profondità di campo delle immagini sono: apertura (f-stop), distanza dal soggetto alla fotocamera e lunghezza focale dell’obiettivo della fotocamera. Ecco alcune spiegazioni e risposte ad altre domande comuni sulla profondità di campo.

In che modo la profondità di campo controlla l’apertura?

L’apertura si riferisce all’accesso dato alla luce dall’obiettivo ai sensori della fotocamera. La dimensione dell’apertura (il diametro del foro attraverso il quale la luce entra nella fotocamera) controlla la quantità di luce che entra nell’obiettivo. L’uso dell’F-stop dell’obiettivo è il modo più semplice per controllare la profondità di campo durante l’impostazione dello scatto.

Grande apertura = piccolo numero f = profondità di campo (piccola)
Piccola apertura = numero f / maggiore = profondità di campo (maggiore)

Potrebbe essere più facile ricordare questo semplice concetto: più piccolo è il numero f, minore è la profondità di campo. Allo stesso modo, maggiore è il numero f, maggiore è la profondità di campo. Ad esempio, l’uso di un’impostazione di f / 2.8 produrrà una profondità di campo molto bassa, mentre f / 11 produrrà un DoF più profondo.

L'immagine a sinistra è stata catturata a 250 di secondo in F5.0, con una profondità di campo molto ridotta,

L’immagine a sinistra è stata catturata a 250 di secondo af / 5.0, con una profondità di campo molto ridotta. Per questo motivo, lo sfondo è sfocato, consentendo al soggetto di risaltare. L’immagine a destra è stata catturata a 1/5 di secondo af / 32, creando una profondità di campo profonda e uno sfondo più nitido.

In che modo la profondità di campo controlla la distanza?

Più il soggetto è vicino alla fotocamera, più bassa è la profondità di campo. Pertanto, allontanarsi ulteriormente dal soggetto approfondirà la profondità di campo.

In che modo la lunghezza focale di un obiettivo controlla la profondità di campo?

La lunghezza focale si riferisce alla capacità di un obiettivo di ingrandire l’immagine di un soggetto distante. Questo può essere complicato, ma la risposta semplice è che più a lungo imposti la lunghezza focale, più bassa è la profondità di campo. Esempio: il soggetto è a 10 metri (33 piedi) di distanza, usando una lunghezza focale di 50 mm af / 4; la sua profondità di campo sarebbe compresa tra 7,5 e 14,7 metri (24,6-48 piedi) per un DOF totale di 7,2 metri (23,6 piedi). Se ci si avvicina a 100 mm dallo stesso punto, la profondità di campo cambia a 9,2-10,9 m (30,1-35,8 ‘) per una profondità di campo totale di 1,7 m (5,7’). Ma se ti allontani di 20 m (66 ‘) dal soggetto con l’obiettivo da 100 mm, la profondità di campo è quasi la stessa di 10 m con un obiettivo da 50 mm.

L'immagine di un cigno nascosto nell'erba alta catturata da circa 5 metri con una lunghezza focale di 300 mm ha creato un DOF di soli 5 cm circa.

Questa immagine di un cigno nascosto nell’alto fogliame è stata catturata da circa 5 m (16 ‘) con un obiettivo di lunghezza focale di 300 mm. Questa combinazione di lunghezza focale e distanza ha creato una profondità di campo di circa 5 cm (2 “).

Che cosa succede se ho solo una fotocamera point-and-shoot o non so come modificare tali impostazioni?

Anche con una fotocamera inquadra e scatta, ci sono modi per controllare la profondità di campo. Nel menu Modalità scena, cerca il simbolo di una testa umana, che è l’impostazione del ritratto. Questo ti darà una ridotta profondità di campo. Sullo stesso menu c’è anche un simbolo della montagna, che è un palcoscenico paesaggistico, che ti darà una profondità di campo più profonda.

Se sei un principiante con una DSLR, ci sono alcuni semplici modi per controllare la profondità di campo e continuare a utilizzare la modalità di scatto automatica. Scegliendo la modalità Priorità apertura, è possibile impostare l’apertura per ottenere la profondità di campo desiderata e la fotocamera imposterà automaticamente la velocità dell’otturatore.

Posso impostare la profondità di campo esattamente per ogni situazione?

Sì, ma poiché la modifica dell’apertura influisce sulla velocità dell’otturatore, il risultato potrebbe non soddisfare le esigenze dell’immagine. Ad esempio, se si sta tentando di aumentare la profondità di campo riducendo le dimensioni dell’apertura, sarà necessario aumentare (rallentare) la velocità dell’otturatore, il che potrebbe rendere l’immagine sfocata. Comprendere come funzionano tutte queste impostazioni insieme può aumentare il controllo sulla profondità di campo.

La profondità di campo è equamente distribuita nella parte anteriore e posteriore del mio punto AF?

No, di solito è circa un terzo davanti e due terzi dietro il suo punto focale, ma all’aumentare della lunghezza focale diventa più uguale.

In che modo la comprensione della profondità di campo migliorerà le mie immagini?

La gestione della profondità di campo è uno degli strumenti più importanti a tua disposizione, perché avere immagini nitide è uno dei fattori più importanti per ottenere uno scatto eccezionale. Sapere come rendere più nitide le parti dell’immagine che desideri e quelle che vuoi mettere a fuoco è un ottimo strumento artistico per creare immagini fantastiche.

Ottenere il giusto DOF per il tuo tiro può fare la differenza

Ottenere la giusta profondità di campo per il tuo tiro può fare la differenza.

Quando dovrei usare una profondità di campo?

L’uso di una profondità di campo ridotta è un buon modo per far risaltare il soggetto dallo sfondo ed è ideale per la fotografia di ritratto. Shallow DoF può anche essere utile nella fotografia naturalistica, in cui vuoi che il soggetto si distingua da ciò che lo circonda. Ciò è utile anche perché molte opportunità di scattare foto di animali selvatici si trovano in situazioni di scarsa illuminazione e aumentare le dimensioni dell’apertura ti darà più luce. La profondità di campo è efficace anche per la fotografia sportiva, in cui molte volte si desidera separare l’atleta dallo sfondo per attirare l’attenzione. Il risultato di ciò dovrebbe anche darti una velocità dell’otturatore abbastanza veloce da congelare l’azione.

Questa immagine catturata a una lunghezza focale di 300 mm e F / ha prodotto un DOF molto superficiale. A causa di questo DOF molto superficiale, è importante stabilire il suo punto focale nell'occhio. Notare come l'uccello sembra distinguersi dallo sfondo.

Questa immagine catturata a una lunghezza focale di 300 mm ef / 5.6 ha prodotto una profondità di campo molto ridotta. Per questo motivo, è importante stabilire il punto focale nell’occhio del soggetto. Guarda l’uccello uscire dallo sfondo.

Quando dovrei usare una profondità di campo più profonda?

Nella fotografia di paesaggio è importante concentrare il più possibile la scena. Utilizzando un obiettivo grandangolare e una piccola apertura, è possibile massimizzare la profondità di campo per mettere a fuoco la scena.

In questo panorama girato a 50 mm in F / 16, il punto AF era impostato su 8 metri, facendo sì che tutto mettesse a fuoco da 4 metri all'infinito

Questo paesaggio è stato catturato con una lunghezza focale di 50 mm af / 16. Il punto AF era impostato su 8 metri, rendendo tutto a fuoco da 4 metri all’infinito.

Come si può determinare la profondità di campo?

Esistono diversi siti online che forniscono grafica di profondità di campo per la fotocamera e gli obiettivi. Inoltre, ci sono un numero di app disponibili per gli utenti di smartphone che possono calcolarlo mentre si è sul campo. La maggior parte delle fotocamere ha un pulsante di anteprima DoF che ti mostrerà l’anteprima mentre guardi attraverso l’oculare. (Questo è probabilmente il metodo più semplice e meno utilizzato). L’uso di questo pulsante può rendere l’immagine più scura se vista attraverso l’oculare, ma non preoccuparti. L’immagine sarà esposta correttamente finché si hanno le impostazioni di esposizione corrette.

Puoi regolare la profondità di campo per mettere a fuoco tutto?

Sì, usando quella che viene chiamata la distanza iperfocale. Quando ti concentri sulla distanza iperfocale, la profondità di campo si estenderà da metà della distanza al punto focale all’infinito. Utilizzare una calcolatrice DOF per trovare la distanza iperfocale. Se non si dispone di una calcolatrice DoF, una buona regola empirica è quella di mettere a fuoco un terzo della scena. L’uso di un’apertura di circa f / 11 o superiore con un obiettivo grandangolare massimizzerà la profondità di campo.

Che dire della profondità di campo nella macrofotografia?

Poiché la maggior parte delle immagini macro sono prodotte in condizioni di scarsa luminosità e con una lunghezza focale maggiore, la profondità di campo è spesso molto ridotta. Regola il tuo obiettivo alla minima apertura possibile. Potrebbe anche essere necessario aumentare il tuo ISO per permetterti di esporre correttamente l’immagine e massimizzare la sua profondità di campo. Tuttavia, in molte immagini macro il tuo DOF può essere molto piccolo. Con questa messa a fuoco molto stretta, è necessario utilizzare un treppiede, perché anche il minimo movimento della fotocamera sposterà il soggetto macro fuori dalla sua profondità di campo.

La cornice da 120 mm su F8 è ancora una DOF molto superficiale con l'obiettivo a soli 15 cm dal punto focale sul fiore anteriore.

Questa macro da 120 mm anche a f / 8 ha ancora una profondità di campo molto ridotta.

Che cos’è il bokeh?

Bokeh (boh-ke) deriva dalla parola giapponese per sfocatura. Questo effetto è prodotto da aree sfocate nell’immagine che vanno oltre la profondità di campo. Bokeh si riferisce comunemente alle belle forme circolari causate dalla forma dell’apertura dell’obiettivo. Generalmente creato quando si scatta con l’apertura aperta, come f / 2.8, il bokeh può anche essere creato con aperture più piccole se lo sfondo è abbastanza distante.

Scopri di più su come ottenere un bellissimo bokeh nelle tue immagini qui.

Bokeh in questa immagine causato dalla distanza del soggetto dallo sfondo che è caduto ben oltre il DOF

Il bokeh in questa immagine è stato creato dalla distanza del soggetto dallo sfondo, che è scesa ben oltre la profondità di campo.

Per riassumere il controllo della profondità di campo:

Aumenta la profondità di campo

  • Riduci il diaframma (numero f / più grande)
  • Spostati ulteriormente dal soggetto
  • Ridurre la lunghezza focale

Ridurre la profondità di campo

  • Espandi l’apertura (numero f / più piccolo)
  • Avvicinati all’argomento
  • Allunga la lunghezza focale

Prendi il controllo della tua profondità di campo. Comprendere come queste impostazioni ti controllano migliorerà notevolmente la tua fotografia. Quali domande hai sulla profondità di campo? Si prega di condividere foto e commenti.

Letture consigliate per fotografi principianti e intermedi

Se ti è piaciuto leggere questo tutorial, abbiamo messo insieme una serie di suggerimenti completi per i fotografi: