Come asciugare e riparare un iPhone bagnato e danneggiato dall’acqua


Hai lasciato cadere il tuo iPhone in acqua e ora vuoi asciugarlo, valutare e riparare il danno e recuperare i dati in esso contenuti. Sei venuto nel posto giusto per un consiglio.

L’acqua è il secondo tipo più comune di danno che iPhone subisce (dopo gli schermi rotti, di cui abbiamo discusso nel nostro articolo su come riparare un iPhone rotto). Ma una discarica non è necessariamente una condanna a morte. Non ci sono garanzie, ma con i nostri consigli c’è una buona possibilità che il tuo telefono sopravviva per combattere (e bagnarsi) un altro giorno.

In questo articolo spieghiamo le migliori strategie per affrontare un iPhone bagnato o danneggiato dall’acqua.

Cosa fare se il tuo iPhone si bagna

Cosa fare se il tuo iPhone si bagna

Porta subito l’iPhone fuori dall’acqua, se non l’hai già fatto.

Non collegare l’iPhone. Se è già collegato, scollegarlo (con molta attenzione).

Non accenderlo. Ciò può causare cortocircuiti.

Se l’iPhone bagnato è in una custodia, estrailo. Rimuovi anche la scheda SIM. L’acqua può rimanere in questi angoli e fessure.

Con un asciugamano o un panno morbido, rimuovi il liquido da tutto ciò che puoi raggiungere. Capovolgi l’iPhone e scuotilo delicatamente per pulire porte e spine.

Spegni l’iPhone bagnato

Spegni l'iPhone bagnato

Vuoi evitare di attivare i circuiti all’interno dell’iPhone, in quanto ciò può causare cortocircuiti e danni a lungo termine.

Se l’iPhone è già spento, lasciarlo spento. Non essere tentato di accenderlo per vedere se funziona ancora. Potrebbe, e poi smettere di funzionare per sempre, proprio perché ha dato un’occhiata.

Se il tuo iPhone è acceso, vedrai due opzioni poco attraenti: spegni (ma nel frattempo fa sì che lo schermo e il sistema operativo si riattivano brevemente prima di spegnersi) o lascia il dispositivo in modalità di sospensione e spero che non lo faccia. Ricevi qualsiasi notifica.

È una tua decisione, ma dopo aver discusso qui negli uffici di Macworld, abbiamo deciso che il minore dei due mali è di svegliare brevemente l’iPhone per spegnerlo completamente, ed è quello che suggeriamo nel video all’inizio di questo articolo.

Tuttavia, se sei stato abbastanza fortunato da essere in modalità aereo quando hai lasciato cadere il dispositivo, o sei sicuro che nulla si sveglierà il tuo iPhone nelle prossime 48 ore, lasciarlo da solo potrebbe essere l’opzione migliore.

Asciuga il tuo iPhone con riso crudo

Asciuga il tuo iPhone con riso crudo

Ora dobbiamo estrarre quanto più liquido interno possibile. Resistere alla tentazione di usare un asciugacapelli o altri trattamenti termici in quanto ciò potrebbe danneggiare i componenti interni dell’iPhone.

(Alcuni utenti di iPhone raccomandano l’uso di a non riscaldato fan, non dovrebbe almeno peggiorare le cose, anche se riteniamo che le seguenti tecniche saranno probabilmente più efficaci.)

Per far uscire l’umidità dall’interno dell’iPhone, è necessario un essiccante. Molte persone giurano di riso crudo, consigliando ai proprietari di casa di mettere il loro iPad o iPhone bagnato in una grande ciotola (coprirlo completamente) e lasciarlo lì per 48 ore circa.

Il riso assorbirà efficacemente l’umidità e la maggior parte di noi ha del riso crudo nelle nostre case (o possiamo ottenerlo abbastanza facilmente). Ma può trasportare polvere o addirittura cereali integrali nei porti. Stai attento.

Abbiamo discusso di questo metodo in modo più dettagliato nel nostro articolo: salvare un iPhone imbevuto del trucco di riso.

Foto di Steven Depolo; usato (non modificato) sotto licenza Creative Commons. In realtà è un iPod touch, ma hai l’idea.

Asciuga il tuo iPhone con gel di silice

Asciuga il tuo iPhone con gel di silice

Un’opzione migliore del riso crudo se lo hai è il gel di silice, quei piccoli (e immangiabile) pacchetti forniti con alcuni componenti elettronici, in particolare se sono stati spediti da un paese con un clima umido.

Hai bisogno di abbastanza per coprire l’iPhone. Potresti essere in grado di acquistarli in massa in un negozio di artigianato e i negozi di borse sono un’ottima fonte: chiedi allo staff se si preoccupano di cercare la custodia che probabilmente troverai nella tasca interna di ogni borsa.

Le bustine di gel di silice dovrebbero asciugare un iPhone bagnato in modo più efficiente e meno disordinato del riso. Tuttavia, dovresti comunque dare all’iPhone almeno 48 ore per asciugarlo completamente.

Smonta il tuo iPhone

Smonta il tuo iPhone

Se sei davvero sicuro di fare riparazioni fai-da-te sul tuo iPhone, il modo migliore per affrontare un iPhone bagnato è svitare le viti inferiori (sulla maggior parte dei modelli di iPhone questo richiederà un tipo di testa di cacciavite proprietario, disponibile come parte di alcuni kit di riparazione per iPhone venduti da produttori di accessori non ufficiali di terze parti) e accesso all’interno.

Basta essere consapevoli del fatto che ciò potrebbe invalidare la copertura della garanzia e che sussiste il rischio che il lavoro fai-da-te possa causare danni anziché riparazioni.

Ancora: il modo più efficace per ottenere acqua dall’interno di un iPhone è entrare lì e asciugarlo dall’interno.

Ad esempio, ti consigliamo di rimuovere la batteria (ciò riduce anche al minimo il rischio di cortocircuiti) e di attingere acqua da tutti gli angoli e le crepe interne. Applica un panno morbido e asciutto su tutte le superfici interne, sforzandoti di essere il più liscio possibile.

Non siamo sicuri di raccomandare questo approccio, principalmente a causa del suo potenziale per aggravare il problema. Ma in alcune situazioni potrebbe essere l’unico modo per salvare la giornata, e se nient’altro funziona e non c’è garanzia, potresti non avere nulla da perdere.

Cosa fare dopo

Cosa fare dopo

Dopo aver atteso un paio di giorni e pensi di aver asciugato con successo il tuo iPhone, puoi provare ad accenderlo. Se continua a non funzionare o se desideri che le parti interne vengano controllate, puoi chiedere a un Apple Genius di dare un’occhiata, ma tieni presente che i dispositivi iOS hanno rilevatori di liquidi interni, quindi sanno cosa è successo.

Un’ultima avvertenza: una brutta immersione può causare danni a lungo termine, in particolare alla batteria, che diventa evidente solo dopo mesi. In un caso famoso, un iPhone 3GS si è surriscaldato spontaneamente più di un anno dopo essere caduto in una piscina. Il proprietario aveva usato la tecnica del riso e l’iPhone aveva funzionato bene dopo … inizialmente.

Pertanto, ti consigliamo, se sei abbastanza fortunato da poter eseguire il tuo iPhone dopo un tuffo, dovresti fare un backup di tutti i file importanti sul dispositivo nel caso in cui venga riconfezionato in futuro. Ci dispiace dire che il tuo recupero può essere solo temporaneo, anche se speriamo di no.

Coperture impermeabili e kit di emergenza

Coperture impermeabili e kit di emergenza

Spero che i passaggi precedenti ti abbiano aiutato a far rivivere l’iPhone annegato nella tua vita, ma ci sono modi per evitare la situazione in futuro.

L’acqua non è buona per iPhone e iPad, penetra in profondità nei loro circuiti e causa cortocircuiti dannosi. Quindi è meglio evitare quei pericoli (estremamente comuni) che così tanti proprietari di iPhone rischiano: scattare foto sulla spiaggia, navigare in rete in bagno e persino leggere e-mail in bagno. La maggior parte di noi analizza i pericoli solo dopo il nostro primo iPhone fradicio.

Se vuoi davvero leggere e-book a bordo piscina o in bagno, prendi in considerazione l’acquisto di una custodia impermeabile per iPhone. Un’altra opzione da considerare è una sorta di cinturino da polso o cinturino, quindi è meno probabile che si lasci cadere il dispositivo in primo luogo.

Potrebbe essere necessario acquistare un pacchetto di emergenza per asciugare un dispositivo elettronico; Ovviamente, è meglio averlo pronto prima, invece di aspettare che si verifichi la crisi e quindi fare la fila nei negozi.

L’AF Tech Rescue Kit è un’opzione conveniente disponibile da Amazon.

Quali iPhone sono impermeabili?

Quali iPhone sono impermeabili?

Se l’acquisto di una custodia impermeabile non è attraente, potresti prendere in considerazione l’aggiornamento del tuo telefono. Negli ultimi anni, i telefoni Apple sono sempre più migliorati nella resistenza all’acqua.

La resistenza all’acqua (e alla polvere) è comunemente espressa dal sistema di classificazione IP. Prima del 2016, Apple non aveva rivelato le classificazioni IP per i propri telefoni, ma quell’anno iPhone 7 e 7 Plus erano certificati IP67, un punteggio eccellente che indica che dovrebbero sopravvivere all’immersione fino a 1 m di acqua per 30 minuti. .

Nel 2018, l’iPhone XS e XS Max sono andati oltre e hanno ottenuto l’IP68. Ciò estende l’immersione a 2m e raramente vedrai un prodotto di consumo ottenere un punteggio più alto di questo.

Ecco le classificazioni IP della gamma di telefoni Apple:

  • iPhone 6s e versioni precedenti: non classificato
  • iPhone 7: IP67
  • iPhone 7 Plus: IP67
  • iPhone 8: IP67
  • iPhone 8 Plus: IP67
  • iPhone X: IP67
  • iPhone XR: IP67
  • iPhone XS: IP68
  • iPhone XS Max: IP68
  • iPhone 11: IP68
  • iPhone 11 Pro: IP68
  • iPhone 11 Pro Max: IP68

Puoi acquistare un nuovo telefono iPhone sul sito Web di Apple o consultare la nostra carrellata delle migliori offerte per iPhone.

Come soffiare acqua da un altoparlante per iPhone

Come soffiare acqua da un altoparlante per iPhone

Mentre iPhone 7 e le versioni successive sono impermeabili, non impedisce all’acqua di entrare nella griglia degli altoparlanti. Apple Watch Series 2 e versioni successive presentano un problema simile, sebbene presentino una funzione integrata che può essere attivata per “espellere” l’acqua riproducendo una frequenza specifica.

Perché gli iPhone non hanno un’opzione simile, non ne siamo abbastanza sicuri, ma esiste un modo relativamente semplice per gli utenti di espellere l’acqua da un iPhone 7 o versioni successive, ovvero utilizzare un’app gratuita chiamata Sonic.

Basta scaricare l’app e toccare l’icona della goccia d’acqua al centro dello schermo. Ciò dovrebbe far fuoriuscire l’acqua dall’altoparlante in modo da poterlo assorbire con un fazzoletto.

tag:

Nota: Possiamo guadagnare una commissione quando acquisti attraverso i link sul nostro sito, senza costi aggiuntivi per te. Ciò non influisce sulla nostra indipendenza editoriale. Per saperne di più.